Storia di Paolino – Episodio 4

Eccoci al penultimo episodio della storia di Paolino, il gatto rosso della Certosa di Calci, che vi raccontiamo ogni settimana con un breve video.

I voti di questa settimana hanno deciso che Paolino seguisse padre Bruno in chiesa: chissà cosa gli accadrà!

Potete seguire il racconto guidati dalla voce di Linda: questa volta non ci sarà bisogno di votare, ma semplicemente aspettare il gran finale di sabato 3 aprile. Siete pronti? Al termine potete scrivere la vostra impressione nei commenti.

Buon divertimento!

 

Qui di seguito trovate anche il racconto scritto, ma vi consigliamo la visione con la voce narrante.

Paolino segue Padre Bruno che percorre i bracci del chiostro per recarsi in chiesa, dove lo attendono gli altri fratelli.
Paolino ne approfitta senza farsi vedere perché i gatti non sono ammessi in chiesa! 
E ben nascosto si limita ad osservare i monaci disposti lungo il coro di legno che celebrano la loro liturgia cantando, senza strumenti musicali che accompagnino la loro voce.

Un salto in certosa

Incantato dalla melodia Paolino approfitta dell’occasione, sgattaiola oltre il coro dei monaci e si ritrova in una stanza un po’ piccina rispetto alla chiesa, ma le assomiglia molto! 
In effetti si tratta di una delle cappelle che utilizzano i monaci ogni mattina per recitare la propria messa individuale e Paolino incuriosito ne attraversa alcune, giocando con le mattonelle geometriche che trova a terra, diverse in ogni pavimento.

Ormai lontano dai monaci Paolino percorre un lungo corridoio ed esce nuovamente all’aperto, dove trascorre il resto della giornata con i fratelli, addormentandosi insieme a loro.
Al mattino, nel chiostro dei monaci, si accorge che i certosini stanno nuovamente tornando in chiesa e decide di non lasciarsi sfuggire l’opportunità di entrarci nuovamente.

4 commenti su “Storia di Paolino – Episodio 4

  1. Secondo me torna in chiesa per riascoltare la melodia delle canzoni, perché il testo gli piace tanto.I gatti hanno il passo felpato e quindi non può farsi scoprire e se ne sta in panciolle ad ascoltare indisturbato e magari giocherà anche con le mattonelle colorate

  2. Grazie Giulia! Che bella osservazione: è difficile scovare i gatti quando si intrufolano nelle stanze, figurarsi in un ambiente grande come la chiesa della Certosa! Scoprirai sabato se si divertirà con le mattonelle o se farà nuove scoperte 😉

  3. Sicuramente tornerà in chiesa, ma non da solo! Potrebbe portare con sé alcuni amici gatti e magari passare anche dalle cappelle per fare il gioco della campana con le mattonelle! Peccato che lunedì siamo rossi, avrei voluto vedere i volti curiosi dei miei alunni nel pensare al gatto in chiesa, perché come hanno detto l’altra volta “i gatti non vanno in chiesa ma Paolino si”! Userò la storia con la DAD. Grazie

  4. Grazie Marilena, sapere che Paolino entrerà nelle case di tutti i tuoi bambini grazie a te e alla DAD è una grande consolazione. Speriamo davvero che possiate godervi il finale tutti insieme!

Rispondi a Giulia Ferracini ( dalla nonna Anna Barsottini) Cancel Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>